Gli Alberi

 -  -  4

C’era una volta una famiglia di alberi. Erano cinque, alti alti, stavano insieme al centro di una piazza. Erano cresciuti sani e forti nel corso degli anni, tanti anni. Ogni autunno perdevano le foglie, ogni primavera le rimettevano. Guardavano il mondo da lassù, vicino agli stormi di uccelli. Vedevano i bambini che giocavano, gli anziani che si sedevano sulle panchine. Offrivano la loro ombra d’estate, portando un po’ di frescura a chi camminava, giocava, leggeva, portava a spasso il cane, a chi si fermava per pranzo, a chi andava alla fontanella. Erano belli tutti insieme. Poi un giorno hanno visto degli strani movimenti, oh, che bello devono aver pensato. Vengono a potarci così staremo bene ancora tanti altri anni! E si sono fatti togliere prima i rami più piccoli, poi quelli più grossi, poi la cima, poi metà del tronco. Poi tutto. Ora sono rimasti in due. Che si guardano intorno spaesati. Cercheranno gli altri tre. In fondo erano una specie di famiglia. E si chiederanno perché? Perché non ci hanno potato prima? Perché siamo diventati pericolosi?

Dedicato agli alberi di piazza Bainsizza. Roma, 7 febbraio 2018.

4 recommended