Il pensierino della domenica 14 di Frankie

 -  -  6

Settimane che scorrono veloci fra la scuola, le commissioni varie, i bambini e gli anziani da accompagnare un po’ ovunque, le visite, le feste di compleanno, il parco giochi, la palestra, la scuola di musica, i concerti, le proiezioni, le conferenze, i musei, i compiti, le faccende domestiche, ogni tanto gli amici, le bollette da pagare e la spesa da fare, e via così… poi un giorno vado all’Eur per i permessi sulle strisce blu. Anche il cielo è blu, con qualche nuvola. Finisco presto e visto che sono già nella direzione giusta proseguo per Fiumicino. No, non ho preso l’aereo e non sono scappata (anche se la tentazione c’era). Mi sono concessa una pausa di completa, assoluta, solitaria beatitudine. Il mare d’inverno. Vento forte, onde alte, sole che va e viene. Nessuna persona, nessun rumore molesto (a parte il fragore delle onde), nessuna interferenza, nessun ostacolo visivo e niente telefono (ok l’ho usato per le foto ma era in modalità offline). Orizzonte libero. Aria frizzante. Pensieri puliti. Mente sgombra. Passi rilassati. Impronte sulla sabbia. Rigenerazione totale. Sono tornata canticchiando senza musica di sottofondo… e meno male che non c’era nessuno con me, quando inizio a cantare di solito mi chiedono imploranti di smettere perché sono stonata, ma stonata forte eh!

SOLO TRE PAROLE

  • Mare
  • Libertà
  • Rigenerazione
6 recommended