Press Dance per la XXXVI Giornata Mondiale della Danza 29 aprile Roma

 -  -  1

Vi segnaliamo un evento gratuito organizzato in occasione della XXXVI Giornata Mondiale della Danza, una Press Dance che ripercorrerà la storia della danza attraverso gli interventi di esperti del settore e di giovani ballerini. Un appuntamento imperdibile che avrà luogo il 29 aprile a Roma, presso l’Istituto Sant’Orsola e che annovera, tra le varie associazioni che hanno collaborato, l’Associazione Stefano Francia – EnjoyArt, una delle realtà di cui abbiamo parlato nella nostra sezione Solo Insieme. I posti per assistere a questo evento unico sono limitati e si potrà partecipare solo prenotando per tempo. Ecco la descrizione ufficiale dell’evento: “In tutto il mondo domenica 29 aprile si celebra la XXXVI Giornata Mondiale della Danza. Nata nel 1983 su volere del Prof. Alkis Raftis, Presidente del Consiglio Internazionale di Danza CID UNESCO con sede a Parigi, la giornata è entrata nelle celebrazioni internazionali riconosciute da tutti i popoli che hanno accettato la Carta Internazionale Unesco sull’educazione fisica, dell’arte e dello sport. Nel suo primo intervento il Presidente Raftis, invitò tutti i danzatori a ballare all’aperto per onorare la natura dicendo che “La voglia di ballare è un impulso naturale e a modo loro i ballerini onorano la natura: lasciando che l’energia cosmica scorra dentro i loro corpi si mettono in contatto con l’Universo.” A distanza di trentasei anni dalla prima edizione, nel 2018 Roma celebra la danza ripercorrendo la storia della stessa in una Press Dance dove esperti, insegnanti, genitori e ballerini si confrontano sull’importanza di praticare la danza come attività ludico-ricreativa, artistica e sportiva. All’interno del complesso Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50, domenica 29 Aprile, la Segretaria CID Unesco dottoressa Eleni Kouki, presenta il progetto CID UNESCO ROMA, un progetto che nasce dall’esigenza di creare un luogo d’incontro tra le varie realtà di danza esistenti nella città eterna unite da un unico obiettivo, quello di crescita e sviluppo della danza in tutti i territori compresi quei paesi dove la pratica coreutica è tuttora vietata. Al fianco della segretaria CID UNESCO per raccontare la storia della danza sono presenti: Fabrizio Silvestri, Autore Rai e giornalista di danza; Nino Graziano Luca, storico e presidente della Compagnia Nazionale Danza Storica; Maria Luisa Bossone, insegnante, coreografa e già prima ballerina nei maggiori teatri italiani; Nancy Berti, insegnante e coreografa di Danze Latino Americane, già ballerina del programma tv ‘Ballando con le Stelle’ (ballerina per una notte con: Andrea Bocelli, Mike Tyson), prima insegnante di Danze Latino Americane nel programma tv ‘Amici’ di Maria De Filippi; Maria Meoni, Event Manager dei maggiori concorsi e spettacoli teatrali in Italia. A giovani ballerini, invece, è affidato il compito di raccontare con i passi la storia della danza. Un viaggio emozionante nel modo tersicoreo che inizia dalle Danze Storiche passando per la Danza Classica e Contemporanea fino ad arrivare alle danze di coppia e alla Street Dance. Ospiti d’eccezione, una coppia perfetta sul palcoscenico e nella vita, Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta; Sabrina étoile internazionale e già prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano, Andrea primo ballerino internazionale e primo ballerino del Teatro alla Scala. I due danzatori oltre a calcare i palcoscenici dei teatri più importanti al mondo, si sono esibiti al fianco di artisti come Giovanni Allevi, Vasco Rossi, Malika Ayane e Roberto Bolle. A Roma in occasione della Giornata Mondiale della danza raccontano come la danza ha cambiato le loro vite.
Alla realizzazione dell’evento hanno collaborato: Associazione Stefano Francia – EnjoyArt, Associazione Labirinto, Academy of Victorian Dance, Molinari Art Center, Compagnia Nazionale di Danza Storica, Magic Dance, Golden Viterbo, Royal Talent Academy. Media Partner RadioDanza e Infodanza”.

Per saperne di più

Info e prenotazione (max 100 posti) contattare 335.435168

solo due immagini