Salotto Musicale 4 maggio Roma

 -  -  3

Ecco l’appuntamento settimanale con gli eventi culturali organizzati dalla Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura: venerdì 4 maggio 2018 alle 15.00 presso il Palazzo dell’Agricoltura – Sala Cavour (Parlamentino) è in programma il Salotto Musicale con la presentazione del libro ‘La città della luna’ di Maurizio Lancellotti e Paolo Muscetta con un saggio introduttivo di Plinio Perilli (Pubblicato da Italic, collana Scritture). Alla lettura di alcuni frammenti del romanzo seguirà l’esecuzione di brani musicali legati alla tradizione della canzone napoletana da parte di musicisti appartenenti al Gruppo musicale ‘Le Pizziche’: alle chitarre Federico D’Ovidio e Maria Savelli; ai mandolini Francesco Tenaglia, Valerio Bruno, Matteo Ingravalle; al basso Anastasia Caja; alla mandola il Direttore Francesco Mirarchi. Ecco la trama del libro: “Napoli è una città in travaglio, il cui figlio continua a non venire alla luce; la Luna, indifferente, riflette la sua luce stanca sulla città, mentre Partenope si tuffa nell’azzurro del mare; Caracciolo, alunno di Zeus, apre la rotta alla concava nave del re sul pescoso Mar dei Tirreni, ma non sgrava il popolo dai suoi oppressori; La città della luna Sharon, il femminiello, muore in una pozza di sangue che sembra il Flegetonte; Monica indossa una maschera che non può esserle tolta: ogni donna cela un mistero e svelarlo significherebbe usarle violenza; l’alfiere nero va incontro volontariamente sulla scacchiera al suo destino mortale, mentre l’avo del barone Barracci osserva la scena dal quadro che lo ritrae; Giorgio Vasari e Leonardo da Pistoia si fronteggiano sulle rispettive tele a Capodimonte, mentre Luca Vitiello e Guido Cacciavecchi si rivelano alla fine pedine di un gioco più grande di loro…
Qualche informazione sui protagonisti:
Maurizio Lancellotti (Napoli, 1970) si è laureato a pieni voti in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, ha conseguito un diploma post laurea presso l’E.F.E.S.O. di Bologna e successivamente una laurea triennale presso l’università Carlo Bo di Urbino. Lavora per una società di consulenza multinazionale. Autore di una ricerca filosofica inedita in tre volumi ‘Sulla Impetizione’ (categoria introdotta dall’autore). Finalista al Premio Nazionale di Filosofia 2016 ‘Le figure del pensiero’, e del volume di poesie ‘Di versi’ (1983-2013), edito nel 2013 dalla Fondazione Luzi (Premio ‘Letteratura’ 2014, XXX edizione, promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli) e di alcuni romanzi inediti (fra cui ‘Caro 63667’, segnalato dal premio internazionale mario Luzi, XI edizione, anni 2015 e 2016. E’ autore di una Petizione contro un progetto di discarica a Pian dell’Olmo, Riano, in sostituzione della discarica di Malagrotta a Roma, accettata e discussa in urgenza presso il Parlamento Europeo nel 2012.
Paolo Muscetta (Napoli, 1973) si è laureato in Ingegneria Chimica con il massimo dei voti presso l’università Federico II di Napoli, è abilitato alla professione di ingegnere, ed è attualmente iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Settore civile, ambientale, industriale e dell’informazione. Vincitore del concorso per l’ammissione al dottorato di ricerca in ‘Sistemi Termomeccanici per l’Energia’ presso la facoltà di ingegneria della Federico II, ha svolto un periodo di ricerca durante il quale è stato coautore di articoli scientifici pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Curioso di scoprire il mondo fuori dall’ambito accademico ha lasciato la ricerca per entrare in azienda. Attualmente lavora per una multinazionale dell’energia dove ricopre il ruolo di manager nel settore ricerca e sviluppo prodotti, è relatore di memorie tecnico-scientifiche nell’ambito di conferenze ed eventi internazionali e nazionali. La passione per la filosofia e per la storia lo ha spinto a seguire dei corsi alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Urbino sostenendo i relativi esami e a studiare la storia del Regno di Napoli e dell’Unità di Italia. Nel tempo libero conduce ricerche presso l’Archivio di Stato di Napoli sui catasti onciari e sulle pandette notarili. Scrittore per passione, ha pubblicato il suo primo romanzo ‘La Città della Luna’ con la casa editrice Pequod nel dicembre 2017 scritto con l’amico Maurizio Lancellotti. Vive a Roma, è felicemente sposato con Daniela professoressa di matematica e fisica e ha due figli Mario e Giampaolo di 11 e 8 anni.
Plinio Perilli (Roma, 1955) è poeta, critico e saggista. Autore del saggio introduttivo al romanzo. Associa all’attività di poeta quella di saggista e critico letterario, curatore di molti classici, antichi e moderni. Inizia la sua attività come poeta nel 1982, con la pubblicazione di un poemetto sulla rivista Alfabeta. La sua prima raccolta poetica è ‘L’Amore visto dall’alto’, del 1989, che giunge finalista al Premio Viareggio. Plinio Perilli ha vinto anche altri prestigiosi premi letterari internazionali, quali l’Eugenio Montale, il Guido Gozzano e il Gatto. Nel 2004 una sua raccolta antologica è stata tradotta in inglese da Carol Lettieri e Irene Marchegiani, e pubblicata presso le Gradiva Publications della Stony Brook University di New York con il titolo ‘Promises of Love’ (Selected Poems). Plinio Perilli è figlio dello sceneggiatore e regista Ivo Perilli e dell’attrice Lia Corelli e fratello dell’attrice, annunciatrice RAI, e doppiatrice Valeria Perilli.

solo qualche immagine

 

3 recommended