Il pensierino della domenica 28 di Frankie

 -  -  6

Acqua. Nutro un’adorazione senza limiti nei confronti dell’acqua, non mi riferisco all’acqua da bere, ma l’acqua da guardare, da sentire, da ascoltare, in cui fare il bagno. Che sia un corso d’acqua, un lago, il mare, una piscina, una fontana, quando mi trovo vicino all’acqua mi sento subito meglio. La percepisco immediatamente, con tutti i sensi. Lo spettacolo dei riflessi del sole o della luna, le scie luminose dove meno te le aspetti, quel suono così amato in tutte le sue gradazioni, dal gocciolio al fragore. Potrei osservarla all’infinito, e potrei nuotare all’infinito. Di fatto è l’unico sport che pratico, non avendo mai amato il sudore. Se sudi mentre nuoti non te ne accorgi. Mi immergo e avverto all’istante quella familiare sensazione di benessere, di completezza, di libertà. Tutto scompare, soprattutto in apnea o quando fai il morto a galla. Esco solo quando le grinze sulle mani mi avvertono che è ora, ma sempre troppo presto per i miei gusti. Anche nelle piscine termali, dopo l’iniziale relax, cerco la zona nuotatori. A casa le faccende domestiche che richiedono il contatto con l’acqua le faccio volentieri, tutte le altre decisamente controvoglia. In assenza di vasca da bagno le mie docce hanno una durata superiore alla media, alquanto spropositata, ma questo forse ve lo immaginavate già… buona domenica acquatica a tutti!

SOLO TRE PAROLE

  • Acqua
  • Nuotare
  • Benessere
6 recommended