Matteo Casagrandi

 -  -  4

Sono nato a Roma nel settembre del 1989, per alcuni anni dopo il liceo ho fatto il vagabondo tra varie facoltà. Dopo troppe cene in cui non sapevo quale vino scegliere, decido di iniziare il percorso in AIS (Associazione Italiana Sommelier), diventando sommelier; da settembre ho iniziato un master sulla sommellerie e la comunicazione del vino presso ALMA – la Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno (PR). Nel frattempo girovago tra degustazioni e zone vitivinicole di Italia e d’Europa, perché si impara solo con l’esperienza e con gli occhi. Da fine maggio 2018 mi trasferirò nella zona di Trieste, nel Carso italiano, per iniziare una collaborazione con una cantina del territorio. Lo scorso 12 maggio ho partecipato all’evento ‘La pietra della follia. Degustazione di vini e poesie’ presso Sinestetica a Roma. Per l’occasione ho scritto queste parole: “Pietre e follia. Elementi fondanti per gran parte dei vini ben fatti nel panorama enoico italiano e non. Pietre, il terreno, il sottosuolo, la vera casa della vite, da cui prende nutrimento e riparo, e da cui farsi influenzare; dalle radici al bicchiere. Follia, elemento fondante nel vino, prima, dopo e durante un bicchiere. L’ebbrezza, la felicità sfrenata. Ma noi parleremo di follia che diventa estasi nella creazione di un vino, a partire dal giorno d’impianto della vite fino all’ultima goccia di una bottiglia.”

SOLO TRE DOMANDE

  • Mi de­scri­vo con solo tre ag­get­ti­vi
    • Sognatore
    • Viaggiatore
    • Dragatore
  • Il solo even­to che mi ha cam­bia­to la vita
    • Conoscere Bruce Springsteen
  • Solo un link so­cial­men­te uti­le

per saperne di più su di me

https://www.facebook.com/matteo.casagrandi

SOLO QUALCHE IMMAGINE

4 recommended