2night

 -  -  7

2night offre diversi spunti di riflessione sul mondo dei trentenni di oggi e sulle dinamiche di coppia. Girato interamente in notturna e quasi tutto all’interno di un’automobile, racconta l’evolversi di un incontro occasionale fra i due protagonisti, Matilde Gioli e Matteo Martari. Il film sovverte i ruoli definiti all’interno della coppia e accelera i tempi di una storia condensandoli in poche ore. Per il regista Ivan Silvestrini 2night ha rappresentato l’occasione di essere il più sperimentale possibile e superare la sfida di trasformare la macchina in un ambiente sempre accattivante, girare a Roma in notturna gli ha permesso di fare un omaggio alla sua città. Lo definisce un film apparentemente antiromantico, ma che in realtà mostra la poetica e la bellezza presenti anche in queste storie di una notte. Matilde Gioli dichiara che da questa esperienza ha imparato a non giudicare il proprio personaggio, altrimenti l’interpretazione subisce un blocco: “Io non la giudico anche perché un po’ mi assomiglia. Rappresenta la donna di adesso che ha bisogno di attenzioni ma le richiede nel modo sbagliato”. Per il co-protagonista Matteo Martari quello rappresentato dal film è un tipo di romanticismo evoluto rispetto ai canoni classici, una sorta di versione 2.0; descrive il suo personaggio come un uomo fragile, molto umano, che si trova impreparato a gestire l’irruenza di Matilde. A lui abbiamo chiesto i tre aggettivi per descrivere il film.

Solo tre aggettivi

  • Intraprendente
  • simpatico
  • imprevedibile

La locandina del film

Solo alcune immagini

IL TRAILER DEL FILM

7 recommended