Babel Film Festival dal 4 al 9 dicembre Cagliari

 -  -  9

Vi segnaliamo la quinta edizione del Babel Film Festival, organizzato da Cineteca Sarda - Società Umanitaria e Associazione Babel, dal 4 al 9 dicembre a Cagliari presso l'Auditorium comunale torna il festival internazionale interamente dedicato alle produzioni in lingue minoritarie, con anteprime a Martignano, Udine, Catania, Sassari, Ostana e Roma. Il Babel Film Festival è un evento gratuito, aperto a tutti e verrà inaugurato il 4 alle 19.30 con Salvatore Mereu, Franco Dipietro, Paolo Carboni, Tore Cubeddu, Antonello Zanda, Paolo Frau, Giuseppe Dessena. Il BBF, considerato evento di rilevante interesse istituzionale, culturale, sociale, ha ricevuto due importanti riconoscimenti, le Medaglie di Rappresentanza della Presidenza della Repubblica e del Senato. Due testimonianze che sottolineano ulteriormente il valore culturale della manifestazione e che si aggiungono a quelle già attribuite da UNESCO, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidenza del Parlamento Europeo, Consiglio d’Europa, ANCI e ELEN (European Language Equality Network), tutti i soggetti istituzionali che hanno scelto di patrocinare il Babel Film Festival. Di seguito il programma della prima serata: Doppia proiezione e doppio incontro con gli autori, a partire dalle 20,30 il via alle proiezioni con il cortometraggio di Salvatore Mereu 'Futuro prossimo', recitato in yoruba, sardo e italiano con sottotitoli in italiano. Il corto, girato a Cagliari tra il Poetto e via Roma, è stato realizzato insieme agli studenti dell’Università di Cagliari grazie a un progetto dell’ateneo, e presentato in anteprima alla 74ma Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nella sezione Orizzonti. Racconta la storia di Rachel e Mojo, che durante il giorno vagano per la città alla ricerca di un lavoro che non si trova. Di notte, invece, trovano riparo in uno dei casotti di uno stabilimento balneare del litorale. Alle 21,00 buio in sala per alcuni estratti del film 'Subtitles Heroes', di Franco Dipietro. Il documentario punta l’obiettivo su un gruppo di adolescenti che nel 2006 ha creato quella community che, oggi, è un punto di riferimento per tutti i fanatici di film e Serie Tv in lingua originale non doppiati. Il fansubbing, come viene definita la traduzione spontanea a opera di fan, è un lavoro duro e lungo, che richiede abilità in vari campi. Questo lavoro è svolto da ogni componente della community a titolo assolutamente gratuito. Al termine delle proiezioni, i registi incontreranno il pubblico in sala. Salvatore Mereu - È nato in Sardegna nel 1965. Dopo essersi diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha realizzato diversi cortometraggi tra cui 'Miguel' (1999) e 'Il mare' (2004). Con il suo primo lungometraggio 'Ballo a tre passi' (2003) ha analizzato la relazione fra tradizione e modernità nella sua terra, la Sardegna. Per 'Ballo a tre passi', gli viene riconosciuta una Menzione Speciale dalla Settimana Internazionale della Critica alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2003 e il David di Donatello come Miglior Regista Esordiente. Il suo secondo lungometraggio 'Sonetàula' (2008), è stato presentato alla Berlinale nella sezione Panorama. Ritorna alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2012 nella sezione Nuovi Orizzonti con 'Bellas Mariposas', la storia di due ragazze adolescenti che vivono in un quartiere popolare di Cagliari. Franco Dipietro, classe 1978, residente a Torino, ha un Master in StoryTelling Scuola Holden. Scrittura televisiva a RTI School, Roma, Mediaset. Corso in scrittura per il cinema presso RAI, Roma. Berlina Talents 2013, Torino Film Lab 2009, European Short Pitch 2008. Finalista Solinas 2016.

per saperne di più sul Babel Film Festival e sul programma

http://www.babelfilmfestival.com/it/

solo tre immagini

 

9 recommended