Alessandro Chiozza

 -  -  12

Qualche giorno fa, presso la libreria-caffetteria ‘La pecora elettrica’, nel cuore di Centocelle, abbiamo assistito alla presentazione del libro di Alessandro Chiozza: ‘Di corsa e altre storie’ edito da L’Erudita. Nato nel 1962 in agosto; romano, tifoso, e sue testuali parole: “sopra ogni altra cosa tre volte padre”, è laureato in Pedagogia ed è un ricercatore per professione da più di venti anni. Si occupa da sempre di tematiche connesse con la formazione, il lavoro, l’inclusione sociale e fuori dal lavoro. Ha tre grandi passioni: il running, il trekking e la fotografia. A queste si è aggiunta ormai da qualche anno la scrittura: prima i racconti, poi la cura di un blog https://www.facebook.com/erunner2013/ e l’esperienza di scrittura collettiva con il gruppo di Officina della scrittura. Da questa ultimo impegno è scaturita la pubblicazione di ‘Differenze’, ed. Librosì. ‘Di corsa e altre storie’ è la prima raccolta pubblicata, mentre alcuni racconti erano già stati editi a partire dal 2013.

Ecco le risposte di Alessandro Chiozza alle nostre tre domande:

  • Come descriveresti te stesso utilizzando solo qualche aggettivo?
    • Direi perditempo ma non è un aggettivo. E dunque dico disordinato, sincero e testardo.
  • Qual è l’evento che ti ha cambiato la vita?
    • Me ne viene subito in mente uno, che rappresenta decisamente un punto di svolta, ma non lo dico. Ovviamente ce ne sono molti, a partire dalla nascita dei figli. Però ti voglio raccontare una cosa che comunque per me ha una grandissima importanza. Nel 2009 ho fatto per la prima volta il cammino di Santiago. Il Cammino Primitivo, per l’esattezza. Non avevo alcuna esperienza di cammini, di ostelli, di lunghi percorsi, di zaini e tutto il resto. Ricordo che appena lasciata Oviedo mi dissi a voce alta “Chi me lo ha tatto fare”. E invece, una volta arrivato a Santiago so di aver provato una felicità che mi fece pensare che quella era una delle cose più belle che avevo fatto. Al ritorno, sbarcato a Ciampino, risposi a chi mi chiedeva come fosse andata, che l’anno dopo sarei tornato. E così è stato.
  • Puoi segnalarci uno o più link socialmente utili?
    • Sicuramente i miei due di riferimento sono quello di Amnesty International  http://www.amnesty.it/ e quello di Medici senza frontiere www.medicisenzafrontiere.it/. Poi ovviamente ci sono tutti quelli da cui si imparano davvero le cose. Ma qui la lista sarebbe troppo lunga.

per saperne di più su Alessandro Chiozza

https://www.facebook.com/alessandro.chiozza

solo qualche immagine

12 recommended