Il pensierino della domenica 32 di Frankie

 -  -  8

Voi vi commuovete? Io sì. Faccio parte di quelli che piangono. Che si emozionano. Soprattutto in situazioni in cui nessuno se lo aspetta. A volte neanche io. Ma è più forte di me. Sento le lacrime che scendono e proprio non c’è verso di trattenerle. Di solito le mie lacrime sono conseguenza di emozioni positive. A volte, mai troppo spesso, e mai abbastanza, sono conseguenza di risate a crepapelle. Non avete mai riso fino alle lacrime? Non sapete che vi perdete! Ridi davanti a una persona che racconta una barzelletta? Ci sta. Ridi con le amiche delle disavventure quotidiane? Ci sta. Ridi quando è previsto che tu debba ridere? E certo che ci sta! Ti prende l’attacco di ridarella in un momento sbagliato? Non ci starebbe, ma ci sta! Piangi mentre guardi un film? Piangi mentre leggi un libro? Piangi perché qualcuno ti ha sorpreso con un gesto gentile? Piangi davanti alla bellezza di un paesaggio, di un’opera d’arte, di un sorriso? Piangi ascoltando la musica o le parole di chi ti vuole bene? Potrebbe sembrare esagerato ma ci sta! Comunichi le tue emozioni? Per tanti è un segno di debolezza, in realtà è tutto il contrario. Perché sia che hai pianto per le troppe risate, o per la troppa commozione, o per la troppa tristezza (raramente per quanto mi riguarda ma ‘avoja’ se ci sta!), dopo stai meglio. Sdoganiamo le lacrime. E le risate. Non tratteniamo le emozioni. Mi viene in mente la storia del bicchiere mezzo pieno. Ma quella ve la racconto un’altra volta! Intanto vi auguro una buona domenica con tante lacrime di gioia e tante risate!

SOLO TRE PAROLE

  • Piangere
  • Commozione
  • Ridere
8 recommended