BlacKkKlansman

 -  -  2

Torna alla grande, aggiudicandosi il Gran Premio Speciale della Giuria di Cannes, Spike Lee con ‘BlacKkKlansman’, dal 27 settembre al cinema. Un’opera esplosiva e geniale, destinata ad infiammare gli animi, una storia vera così folle da far fatica a crederci. 1978 Colorado Springs, un comune degli Stati Uniti d’America e capoluogo e città più popolosa della contea di El Paso nello Stato del Colorado, Ron Stallworth (John David Washington) è il primo detective afroamericano ad entrare nel Dipartimento di Polizia, in un periodo di profondi sconvolgimenti sociali, il suo arrivo non è particolarmente gradito ai colleghi. Gli affidano compiti noiosi e secondari, tra cui quello di leggere i giornali locali per segnalare “attività insolite e potenzialmente pericolose”. Ron è sveglio, volenteroso e ansioso di mettersi in mostra agli occhi dei suoi superiori, spulciando tra gli articoli si imbatte in un annuncio del Ku Klux Klan, con tanto di numero telefonico, che cerca difensori della purezza della razza ariana; decide, quindi, di rispondere dichiarandosi preoccupato del fatto che “i negri stiano prendendo il sopravvento”. Coadiuvato da due colleghi un po’ stonati e surreali, Flip (Adam Driver) e Jimmy (Michael Buscemi), Ron riesce ad entrare nel Klan, con inattesa facilità, ascendendo velocemente nella scala gerarchica, tanto da diventarne un responsabile. Prende da qui l’avvio della più incredibile missione sotto copertura della storia. Storia raccontata in un libro, destinato a diventare un bestseller, dallo stesso Stallworth, oramai in pensione, che per trenta anni, infiltrandosi in diverse operazioni, ha sempre lottato contro i pregiudizi razziali. Pregiudizi che, come si evince dalle scene dei titoli di coda, ma anche guardando intorno a noi, nella nostra quotidianità, sono purtroppo inemendabili, inveterati.

SOLO TRE AGGETTIVI

  • Geniale
  • Iconico
  • Antirazziale

SOLO il trailer ufficiale italiano

solo qualche immagine

2 recommended