Alfonso Paganini

 -  -  1

Abbiamo incontrato Alfonso Paganini in occasione del Festival Danza, svoltosi a Roma il 20 e 21 ottobre 2018 e organizzato dall’Associazione Stefano Francia Enjoy Art, cui ha partecipato in qualità di giurato tecnico per il Dance Opportunities Contest, nella giuria composta da Marco Calogero, Daniele Baldi, Monica Nigro, Nancy Berti, Giacomo Molinari, LaVelle Smith, Michela Mucci, Aurora Pica e Mauro Mosconi. Alfonso non solo ha risposto con simpatia e disponibilità alle nostre tre domande, ma ci ha parlato della sua vita e della sua attività: “Ho iniziato a studiare danza all’età di 11 anni, non per mia volontà ma per volontà di mio padre. Ho iniziato insieme a mio fratello Raffaele, successivamente sono entrati anche altri due fratelli. Questa poi è stata alla fine una lotta nei confronti di nostro padre, che quando si è reso conto che potevamo fare danza è stato felicissimo, una delle persone più felici al mondo. Lui non ce l’ha mai dimostrato, ma noi l’abbiamo capito quando abbiamo ritrovato dei documenti in cui scriveva che eravamo bravi, aveva conservato tutte le foto e gli articoli su di noi, potete immaginare le nostre lacrime di commozione fino a dove sono arrivate… Dicevo, ho iniziato a ballare a 11 anni, mi sono diplomato a 19 e a 20 anni ero già primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma, dove ho sostenuto tutti i balletti di repertorio, tutti quelli possibili e immaginabili. Sono andato in pensione all’età di 51 anni. Oggi ho 58 anni, ho una bellissima scuola di danza, sono direttore e proprietario di un teatro, il Teatro Paganini, dove il 14 dicembre 2018 metteremo in scena lo spettacolo dal titolo ‘La Famiglia Addams’. Saremo i primi al mondo a fare il balletto della Famiglia Addams! Vi saluto con una frase meravigliosa che diciamo sempre, ogni volta che saliamo sul palcoscenico: Il pubblico ci regala un’emozione e noi dobbiamo regalarvi un sogno!”.

SOLO TRE DOMANDE

  • Mi de­scri­vo con solo tre ag­get­ti­vi
    • Bello
    • Simpatico
    • Intelligente
  • Il solo even­to che mi ha cam­bia­to la vita
    • Quando sono diventato primo ballerino al teatro dell’Opera di Roma nel 1979.
  • Solo un link so­cial­men­te uti­le
    • Avendo partecipato a tante iniziative benefiche con il professor Franco Mandelli, ematologo e luminare della lotta alle leucemie scomparso il 15 luglio 2018, vorrei segnalare tutti quelli che si occupano di leucemia, come il link all’Associazione Italiana contro le Leucemie – Linfomi e Mieloma https://www.ail.it/

solo qualche immagine