Fabio Vasco

 -  -  2

Fabio Vasco, dopo la maturità e alcune esperienze teatrali a Bari, frequenta la scuola d’arte drammatica Teatro Azione con sede a Roma, diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi. Studia recitazione con Mirella Bordoni del Centro Sperimentale di Cinematografia e con Bernard Hiller, uno tra i più importanti insegnanti di recitazione americano, e riesce a frequentare il Laboratorio dell’Accademia d’arte drammatica S. D’Amico. Dopo il debutto a Roma al Teatro Tor Bella Monaca con diversi spettacoli lavora dal 2011 con il regista Marco Mattolini. Al cinema recita a fianco di Ahmed Hafiene nel film “Le professeur” di Mahmoud Ben Mahmoud in cui interpreta un giornalista italiano venuto ad indagare sugli scioperi nelle miniere di fosfato. Nel 2012 è protagonista della pubblicità internazionale della compagnia telefonica Tunisiana per la regia di Xavier Mairesse; nello stesso anno fa parte del cast della famosa ‘casa chiusa dell’arte’ “Dignità Autonome di prostituzione”, uno spettacolo teatrale di Luciano Melchionna, in tournée per tutta Italia. In televisione, dopo alcune esperienze per emittenti locali, debutta nella fiction per la Rai “La Tempesta” di Fabrizio Costa, successivamente recita nella serie “L’Allieva 2”. Al cinema, dopo alcuni ruoli secondari, debutta come protagonista nei film di Aurelio Grimaldi ed Ettore Pasculli “Controtempo e Riso”, “Amore e Fantasia” distribuiti a novembre 2016. Negli ultimi anni lavora stabilmente a teatro con il regista e drammaturgo Giovanni Franci, con il quale porta in scena spettacoli di successo come “L’effetto che fa”, ispirato al caso Luca Varani, e “Roma Caput Mundi”. Debutta al Teatro Argentina con “Il Capitale (quasi un vangelo apocrifo)” di Marco Lucchesi. Scrive il cortometraggio “Poveri Diavoli”, finanziato dall’Apulia Film Commission, in cui interpreta un ragazzo che soffre di ritardo mentale, per il quale riceverà diversi riconoscimenti e il premio come miglior attore al Festival Internazionale del Cinema Patologico.

Ecco le risposte di Fabio Vasco alle nostre tre domande:

  • Come descriveresti te stesso utilizzando solo qualche aggettivo?
    • Passionale, generoso, protettivo e un pizzico folle (che non guasta mai).

  • Qual è l’evento che ti ha cambiato la vita?
    • L’essere scappato di casa a vent’anni, nel vero senso della parola, per venire a Roma e studiare per diventare un attore, i primi tempi, provenire da un piccolo paese della Puglia, il conflitto con la famiglia, il dover fare sacrifici mi ha fortificato e formato come uomo.

  • Puoi segnalarci uno o più link socialmente utili?

SOLO QUALCHE IMMAGINE

2 recommended