Sinestetica presenta Altavisione di Matteo Benedetti e Alessio Dimartino 23 febbraio Roma

 -  -  2

Save the date: sabato 23 Febbraio alle 18:00 'Sinestetica presenta Altavisione di Matteo Benedetti e Alessio Dimartino' a Roma presso lo Stadio di Domiziano in via di Tor Sanguigna 3! Alla presentazione del libro Altavisione intervengono con gli autori Franco Purini, Ennio Speranza, Andrea Bentivegna. Modera Pietro Zampetti. Fotografia e scrittura condividono in quest’opera la modalità compositiva del frammento. Attraverso la cornice dell’inquadratura e la brevità di poche righe, ci si immerge in una dimensione parziale che suggerisce più che definire e che esplora, lasciandole in sospeso, le potenzialità di un dettaglio. Come nell’Emblematum liber, svuotato però delle componenti etiche e filosofiche, immagine e parola, ognuna attraverso le proprie regole espressive e modalità di rappresentazione dello spazio e del tempo, percorrono in parallelo le pagine e intessono un confronto continuo, elaborato in autonomia e cadenzato da contatti e annodamenti. Questo gruppo di visioni vuole essere un’opera aperta a continue integrazioni, una collezione di parti di città che alimenta un racconto, potenzialmente infinito, alternativo a quello presente nella dimensione pubblica delle strade. Matteo Benedetti nasce a Roma nel 1983. Architetto e dottore di ricerca in Composizione Architettonica. Ha studiato presso l’Università Sapienza di Roma, il Royal Institute of Technology KTH di Stoccolma e lo IUAV di Venezia. Parallelamente alla professione si occupa di fotografia di architettura, considerata sia come linguaggio artistico autonomo sia come studio sulla rappresentazione dei fatti urbani e architettonici. Pubblica fotografie e articoli in riviste e libri di settore.
www.matteobenedetti.com
Alessio Dimartino nasce a Roma nel 1982. Vince la sezione narrativa del concorso Martelive nel 2006. Pubblica il primo romanzo nel 2010 con la LAB Edizioni (Tutti vivemmo a stento). Nel 2012 e 2014 pubblica altri due romanzi per la Giulio Perrone Editore (Il Professore non torna a cena e C’è posto tra gli indiani. Con quest’ultimo viene candidato al Premio Strega). Suoi racconti appaiono negli anni in numerose antologie e riviste di vari editori. Spera che il meglio debba ancora venire ma è una speranza piuttosto flebile, per la verità.
Franco Purini, architetto, è professore emerito dell’Università Sapienza di Roma. E’ stato docente di Composizione architettonica e di Disegno a Reggio Calabria, Roma, Venezia, insegnando anche a Milano, Ascoli Piceno, Perugia, Siena. Dal 1985 è professore onorario del Centro de Arte y Comunicaciòn di Buenos Aires (CAYC), dal 1989 membro dell’Accademia Nazionale di San Luca, e dal 2000 dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze. Ha svolto una lunga attività nell’ambito dell’architettura disegnata. La sua opera è documentata presso il Maxxi di Roma, il Centre Pompidou di Parigi, il Museo di Architettura di Francoforte, l’Archivio Progetti dello IUAV, il Museo delle Belle Arti di Buenos Aires, il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi di Firenze e in alcune collezioni private. L’attività di progettazione si svolge prevalentemente nello studio professionale che condivide dal 1966 con Laura Thermes.
Ennio Speranza è nato a Roma nel 1966. È stato professore a contratto di Storia della musica presso l’Università “La Sapienza” di Roma e ha insegnato presso la SP Escola de Teatro di São Paulo, Brasile. Alterna l’attività di musicologo a quella di drammaturgo, scrittore e pubblicista. Scrive per numerose riviste di settore e ha collaborato con diverse case editrici, istituzioni editoriali e concertistiche, festival, enti lirici, fondazioni operistiche. Collabora inoltre con Rai Radio 3 in qualità di consulente musicale, regista radiofonico e conduttore.
Andrea Bentivegna si laurea in Architettura alla Sapienza di Roma con una tesi sulla storia di Bogotà nel Novecento. Dopo aver co-fondato l’associazione InterazioniUrbane, ha iniziato ad occuparsi di ricerca storica, ed è membro del comitato scientifico del Centro Studi Giorgio Muratore sin dalla sua fondazione. Ha partecipato a convegni e organizzato mostre. Cura la rubrica TransAtlantic per La Voce di New York e scritto sui magazine Polinice, Punkt, Famo e Il Contrafforte sul quale racconta le vicende architettoniche da Roma agli Stati Uniti.
Pietro Zampetti, architetto e dottore di ricerca in Architettura – Teorie e Progetto, Dipartimento di Architettura e Progetto, “Sapienza” Università di Roma, disegnatore, progettista e scenografo teatrale, è fondatore e direttore artistico dello spazio Sinestetica a Roma, attivo nella promozione ed esposizione di progetti editoriali e artistici.

per saperne di più

http://sinesteticaexpo.com/sinestetica-presenta-altavisione-di-m-benedetti-e-a-dimartino/

2 recommended