La poesia della domenica 7 di Claudio Monachesi

 -  -  1

Da qui ha inizio il

Poema dei Mondi

          

      1.     Avevi sprofondato le mani         

nel sempre

in attesa di te stesso

sprofondi nel mai

inondi la sera

infondi il tuo dire

il tuo dare ogni volta

che t’apri sui mondi

incendi te stesso nell’alba dell’altro

         nell’arcobaleno del tutto     10   

         ti scagli indardito      

al centro della via lattea:

senza gravità

hai attratto qualunque luogo,

al centro dei mondi

  ti propaghi in tanti

te stesso, momentaneamente

divisi.

 

Claudio Monachesi

“Poema dei Mondi”

(Dove non c'è inizio né fine, non ci sono luoghi né personaggi)

Edito da Terresommerse