La poesia della domenica 12 di Claudio Monachesi

 -  -  1

GIPSY

L'artista o il poeta possiedono una luce interna

che trasforma gli oggetti per farne un mondo nuovo,

sensibile, organizzato, un mondo vivo che è in sé

segno infallibile della divinità”

Matisse

Or ora siamo entrati davvero

in un dipinto di Matisse

a rinvenire nei sorrisi

a rivivere i colori

roseorossi riviventi nell'ambiente

in cui lo spazio ti riporta

in altro tempo in tocchi di linee

di pennello antiche quanto

la nascita della luce.

E lì all'angolo seduto

s'intravvede Toulouse-Lautrec

che parlotta con Accattone

avvolti in un presente senza tempo

tra jessicanti gentilezze che si librano

nell'aere della stanza colorata

e le scecherate danze di Lele

che risuonano col ritmo

gitano del dipinto

che ogni volta si rinnova

di “una luce interna”.

Composizione originale di Claudio Monachesi

Roma 7-20 gennaio 2019