Solo Insieme

World of Fashion - Non solo Moda

• Bookmarks: 5

Domenica 26 gennaio abbiamo assistito alla ventitreesima edizione del World of Fashion, un evento unico che, attraverso la moda, ha portato in passerella tante tematiche ecologiche e sociali, dando risalto a varie associazioni benefiche, trattando argomenti seri e importanti come la Giornata della Memoria, la violenza di genere, l'ambiente, l'integrazione. Nella splendida cornice di Palazzo Brancaccio ha avuto luogo l'appuntamento internazionale che ha la capacità di unire culture provenienti da tutto il mondo attraverso il linguaggio della moda. L’evento è stato ideato e diretto da Nino Graziano Luca. Nel corso degli anni sono stati ospitati più di sessanta stilisti provenienti da tutto il mondo: Colombia, Egitto, Spagna, Italia, Qatar, Messico, Olanda, Stati Uniti, Paraguay e molti altri.
Quest’anno in passerella hanno sfilato ben 6 collezioni:
1) ADDY VAN DEN KROMMENACKER
Noto stilista olandese, la sua carriera è decollata dopo la presentazione della sua collezione alla settimana dell’AltaRoma nel 2007, dopo la quale per Addy è stato un susseguirsi di successi, oggi veste la famiglia reale. Addy ha vestito personaggi del calibro di Julia Roberts e Laura Pausini, ha portato la nuova collezione celebrando i suoi vent’anni da fashion designer. I suoi abiti eleganti realizzati in colori pastello, argento, dorato e nero con pailettes, piume, pizzo, ricami, adornano una collezione da red carpet.
2) AZZURRA DI LORENZO
Di origini calabresi, la sua carriera è iniziata nell’anno 2011 quando, dopo varie collaborazioni con marchi d’alta moda italiani, all’età di 26 anni ha aperto il suo primo atelier a Milano. Con la collezione “Hanami” Azzurra ha rievocato i concetti della fragilità della vita e della riflessione sulla transitorietà delle cose. Un tripudio di colori pastello, misti anche al nero e al grigio polvere. Abiti preziosi di alta sartoria, molto luminosi e ricchi di dettagli floerali. Testimonial della sua collezione è stata l’attrice Patrizia Pellegrino
3) CERRONE
Tersigne Cerrone, il suo stile risulta rivoluzionario, estroso, innovativo. Il suo primo showroom nasce come pellicceria, affiancato in seguito da abbigliamento, iniziando così il lancio del suo brand. Cerrone è presente nel panorama della moda e del lusso da oltre 25 anni. La collezione presentata ha visto abiti in organza, top in pizzo, tute di velluto arricchiti da preziosi cappotti, bolerini e giacche dal panna all’argento, dal prugna al rosso ed al nero
4) NABIL YOUNES
Nabil rivolge le sue creazioni a donne moderne e attive. Nel 2015 realizza abiti per Paris Hilton, Myriam Klink, Manuela Arcuri e Hanaa Ben Abdesslem. Al World of Fashion ha portato da Parigi la sua collezione “Love On Top” l’amore prima di tutto. Abiti da gran sera, da diva parisienne puntando sempre ai dettagli e ai tessuti pregiati con tagli moderni e sofisticati.
5) NEDA MOKHTARI
Il suo brand CONCEPT IMAGE nasce dall’idea di creare un luogo di ritrovo, un negozio concettuale che invita ad immergersi nella “filosofia dell’immagine” attraverso una ricerca accurata dell’arte visiva, delle luci, dei colori e della musica. Ha realizzato una collezione con tessuti che giungono direttamente dall’Iran, scelta dovuta per l’alta qualità dei tessuti e alla particolarità delle fantasie. Questa collezione trae ispirazione dall’arte e della cultura medio orientale, a cui sono sommati elementi minimal chip tipici della moda occidentale, con dettagli puliti, semplici e luminosi ma con grande attenzione alle rifiniture, curate nei minimi dettagli Testimonial della sua collezione è stata Sara Manfuso Presidente di #IOCOSÌ che si spende per il sociale quotidianamente. L’abito da lei indossato è un tributo alla natura fatto di rose e ricami che inneggiano alla bellezza.
6) PINDA4GRIOT
Pinda Kida è un giovane stilista cresciuta a Roma con origini del Mali. Nelle sue creazioni trasmette allegria ed eleganza cercando di rappresentare il suo paese d’origine. Con il Progetto Sociale Pinda for Griot ha portato la collezione “Joker” dedicato alle donne libere che lottano per liberare se stesse e tutti coloro che sono vittime di prevaricazioni o di malattie che possono cambiarti la vita. Pinda, la fashion designer che ha firmato questa collezione è, infatti, affetta da Sclerosi multipla ed ha realizzato una collezione giocosa, quasi clownesca, di chi si batte per un altro mondo possibile. Gli abiti presentati sono tutti realizzati in cotone naturale, il basin, che rispondono all’idea che il nuovo decennio appena apertosi sarà all’insegna della sostenibilità e del protagonismo femminile.
Durante la magnifica serata sono stati consegnati i WORLD OF FASHION AWARDS, creati dal maestro orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato. Tra i premiati il conduttore di Mattino Cinque Francesco Vecchi che ha realizzato il libro “La Vera storia del lupo cattivo” in collaborazione con La Fabbrica del Sorriso, Onlus di Mediaset, che dà i proventi totalmente al Parco del Mulino, una cooperativa di Livorno che si occupa di ragazzi Down. A Consegnargli il premio è stata l’ex Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. Il World Of Fashion Award è stato consegnato anche allo stilista Nino Lettieri, per le sue realizzazioni eleganti e raffinate con le quali riceve continui consensi a livello internazionale per i meravigliosi abiti. Lettieri è un grande specialista di femminilità ed eleganza ed è maestro del buon gusto.

solo tante immagini

5 recommended