Solo Menti

WALTER GOSSO

• Bookmarks: 6

Classe 1972, nativo di Carmagnola, inizia il suo viaggio nel mondo beverage a 14 anni, nel bar del cugino e con la scuola alberghiera. Lavoro a livello stagionale tra la Liguria e la Alpi Piemontesi, quindi a Torino, al Bar Zucca e Neuv Caval ‘d Bruns. Poi a Bra (Cuneo) rileva il Caffè Posta e dopo due anni, nel 1998, parte con la mia valigia di cartone all’avventura nel mondo. Lavora tra Spagna, Canarie, Miami, Centro-America e Caraibi e poi Sud America, per tornare in Italia nel 2010. Torna a Bra e gestisce lo storico Caffè Arpino, successivamente torno a Torino, passando per diversi locali, fino all’apertura del The Mad Dog Speakeasy, nel 2014. Nel 2016 accetta la posizione di Global Ambassador per il Travel Retail del Gruppo Bacardi, con focus sul settore Cruise Line Company. Nel 2018 passa in Compagnia dei Caraibi, come Advocacy Manager e Ambassador. Nel 2020 accetta l’offerta per la posizione di Ambassador e Trade Advocacy Manager per il gruppo Rinaldi1957, in contemporanea a nuove, importanti acquisizioni distributive: il rhum della Martinica HSE - Habitation Saint-Etienne; l’italianissimo Amaro Venti, per la prima volta in versione analcolica, ma anche Polugar, il ‘padre’ della vodka russa, Rivo, primo foraged gin italiano e l'Aviation Gin, di cui l’attore Ryan Reynolds è il principale azionista. La sua formazione passa per l’Istituto alberghiero Giolitti e A.I.B.E.S., è sommelier del vino e sake sommelier e ha alle spalle vari master inerenti i distillati.

  • Solo tre aggettivi per descrivere te stesso
    • Sognatore: non smetterò mai di essere un sognatore, adoro poter pensare di realizzare tutti i miei sogni, e devo ammettere che, buona parte li ho realizzati ma, ogni mattina mi sveglio con un nuovo sogno diverso! Ahahahah. Essere sognatori significa non arrendersi mai alle crudeltà della realtà che a volte viviamo, vuol dire credere nel futuro e nella vita, che speri sia, sempre migliore. Riuscire ad avere sempre un sogno da realizzare ti mantiene vivo, ti mantiene attivo e ti costringe ad avere sempre più iniziative nel concretizzare il tuo lavoro, sognare, diciamocelo, è BELLO!
    • Ottimista: sono ottimista per natura, credo nell’ottimismo ad oltranza. Non mi abbatto mai davanti ad un problema (e credimi, non ne ho avuti pochi nella vita). Ho un’idea o un pensiero ben preciso nella mia testa, “non permetto a niente e a nessuno, ti togliermi il sorriso!”, questo pensiero lo porto con me fin da giovane, e devo dire che mi è stato sempre di aiuto. Sai, purtroppo c’è sempre qualcuno che aspetta un tuo errore o fallimento, per poter gioire di ciò, ma non si rendono conto che sono loro stessi i falliti. Se ho un problema oppure una difficoltà, non mi abbatto, li affronto, anche a muso duro se necessario, non perdo il mio obbiettivo, e lo conseguo (forse dovremmo aggiungere anche Testardo), questo credo che, sia la mia vera forza, non mi arrendo mai!
    • Viaggiatore: adoro viaggiare, adoro scoprire il mondo e le sue bellezze, non solo architettoniche (fin da bambino adoro l’arte), ma culturali, come le tradizioni popolari, la cucina e soprattutto Liquori e Distillati, fa parte della defezione professionale, ahahah. Viaggiare ti apre la mente, ti aiuta a conoscere meglio le persone, le loro idee ed i loro lati positivi e negativi. Troppe volte giudichiamo razze e paesi senza conoscerne veramente la realtà, la loro storia e la loro tradizione, perciò, viaggiare, aiuta il nostro essere migliori. Viaggiare fa parte del mio essere sognatore, quando viaggio, mi perdo nei pensieri, trovo nuove ispirazione ed idee, e riesco sempre a tirarne fuori una nuova esperienza che mi aiuterà nel mio lavoro. Ho una grande fortuna, credo che, il mio lavoro mi porta a realizzare al meglio questa parte di me, che addirittura viene definita come “La Sindrome di Wanderlust”, la malattia del viaggiatore, beh, credo di rappresentarla al meglio.
  • Il solo evento che ti ha cambiato la vita

Diciamo che possono essere vari in realtà. Lavorativamente posso dire quando decisi di lasciare l’Italia nel 1998 e partire per una lunga avventura in giro per il mondo, durata 12 anni. Mi ha cambiato letteralmente la vita, sia personale che lavorativa, ho scoperto tantissime cose e sono cresciuto professionalmente. Poi, quando vinsi la Bacardi Legacy Italia nel 2014 a Parigi, per me fu un evento incredibile, una gioia immensa, ecco, la realizzazione di un sogno! Poi con annessa finale mondiale a Mosca, un’esperienza unica nel suo genere. Personale, direi in assoluto la nascita dei miei 4 figli, qualcosa di indescrivibile, l’apoteosi per un uomo, i figli sono la cosa più bella del mondo, ti riempiono la vita, ti danno la forza per andare avanti, sai che ogni mattina ti devi svegliare e dare il massimo per loro, perché sei il loro Padre, e da te, si aspettano il massimo, devi essere il loro eroe, perché è così che ti vedono i tuoi figli, sono l’amore infinito del tuo cuore e luce per la tua anima. Aggiungo a questa parte personale, aver incontrato l’amore della mia vita, Silvia!

SOLO ALCUNE IMMAGINI

6 recommended