Solo Parole

Le ragazze di primavera - Capitolo 21 di Artemisia

• Bookmarks: 2

La carrozza era pronta, Marco e Giulia erano una in lacrime e l’altro ammutolito. Gli addii furono strazianti, si ripropose la scena della partenza dopo il matrimonio. Marianna salì, pronto Fabrizio le porse il suo fazzoletto, lei lo prese, questa volta non l’adoperò per asciugarsi le lacrime, ma lo sventolò per salutare i suoi amici, continuò fino a quando li riuscì a  vedere. Un soffio di vento e tutto diventa ricordo. Ricordo meraviglioso, un sogno vissuto, trasformato in una struggente malinconia. Il viaggio proseguì veloce, senza difficoltà. I due giovani ora erano proiettati in altri progetti, il primo iniziare a convivere e abituarsi alla nuova vita, quella  matrimoniale, grande prova per ambedue, la più preoccupata era Marianna, solo una volta era stata a casa dello sposo per una breve visita, non conosceva niente, né persone né cose. Tutto da scoprire, l’adattamento all’ambiente, gli usi, la vita e la gente del Borgo, le attività che si svolgevano dentro le mura. Si rendeva conto, pur con l’aiuto di Fabrizio, che sarebbe stata un’impresa ardua e faticosa, una prova che doveva superare ad ogni costo. Erano le prime ore del pomeriggio, quando la carrozza si fermò davanti al cancello dello zio, Marianna, appena le fu aperto lo sportello uscì, si mise a correre, non aspettò nessuno, diretta come una freccia al  portone. Aprirono, entrò come una furia, chiedendo dove fosse lo zio, si scusò della fretta, ma l’emozione condizionava il suo comportamento. Data l’ora, Gualtiero, allungato in una comoda poltrona, schiacciava un pisolino, in attesa della nipote. Entrò, lo chiamò, lui aprì gli occhi cercò di raddrizzarsi sulla seduta, non fece in tempo! Marianna era già tra le sue braccia, lo zio rimase un momento sgomento, poi la strinse con tutto il sua forza. Rimasero così, per qualche attimo senza parlare. Fabrizio aspettò che le effusioni diminuissero, per poter salutare lo zio, la sposa e proseguire il viaggio. Marianna lo accompagnò fino al cancello, gli confessò quanto le sarebbe mancato, con ansia lo avrebbe aspettato il giorno dopo. Lo baciò con amore più di una volta, prima di lasciarlo andare, pur condividendo la momentanea divisione, Fabrizio aveva un fine segreto, complice l’amico Carlo, preparare alla sua amata un ingresso a sorpresa, che potesse renderle meno pesante e addolcirne l’impatto con la nuova realtà.

2 recommended