Solo Parole

Parole in libertà - Grazie Gigi

• Bookmarks: 3

Sono sempre stata una cinefila poco amante del teatro. Tant'è che ho fatto mia la battuta di un certo Woody Allen che più o meno recita così: "perché pagare se posso dormire gratis a casa mia"....
Ma devo ringraziare Gigi. Perché è riuscito in un'impresa apparentemente impossibile, mi ha fatto apprezzare uno spettacolo teatrale. Qualche decennio fa studiavo Discipline dello Spettacolo all'Università La Sapienza di Roma, ovviamente tra le materie principali c'era la storia del teatro. E c'era anche il Teatro Ateneo. Al Teatro si faceva lezione, si vedevano i film e c'erano gli spettacoli serali a pagamento. D'altronde era pur sempre un teatro, mica solo la nostra aula mattutina. Volendo si poteva fare l'abbonamento speciale per gli studenti, e chi frequentava la facoltà puntualmente rinnovava la tessera. Per me un vero e proprio supplizio. Tenere gli occhi aperti era una lotta impari. Finché arriva la sera che recitava Gigi. Occhi aperti e mente sveglia. Il tempo vola. Arrivano le emozioni. Meglio di un film. Ho aspettato un po', hanno scritto in tanti, questo è il mio piccolo ringraziamento. È andato via ieri, nel giorno del suo ottantesimo compleanno (2 novembre 2020), ma rimarrà sempre nei cuori di tutti. Ciao Gigi. Grazie Gigi.

3 recommended