Solo Parole

La poesia della domenica 85 di Claudio Monachesi

• Bookmarks: 1

 

Se riuscissimo, ad imitazione delle gocce di acqua, ad essere uniti, ognuno con la propria particolarità, ma in comunità d'intenti, ovvero dare la propria goccialità per un processo più ampio, che non prevede confini, potremmo veramente dire in divenire di esserci trasformati in fonte; così ho immaginato l'umanità nella stesura di questa poesia; questo è l'augurio che faccio a tutti noi per far sì che la coesione prevalga sulla sete di divisione produttrice tutt'al più di pozzanghere.

La poesia è stata scippata dal corpus Ak (Poesia per l'acqua), e diligentemente rimessa nella sua natural pagina.

La foto, sempre tratta dal libro, è di Sara Monachesi.   

 

Goccia,

perfino nella roccia hai scavato

nelle migliaia di anni

un passaggio che ti ha introdotto

fin nelle profondità della terra

e da lì sei risalita acquifera

in forma di zampillante fonte!!!

 

Composizione originale

di Claudio Monachesi

da Ak, (Poesia per l'acqua)

 

Solo una immagine di Sara Monachesi