Solo Parole

Le ragazze di primavera - Capitolo 34 di Artemisia

• Bookmarks: 3

Domenica come di consueto si recavano in città, la prima tappa al Duomo per ascoltare la Santa Messa, poi in famiglia, dallo zio, a colazione. Ospiti fissi, oltre loro, Gigliola e Carlo, era l’occasione per parlagli chiedere consiglio e aiuto. Amico fraterno da sempre, non gli avrebbe negato il suo appoggio, il contesto industriale tessile, le filande e gli opifici era il suo campo, come imprenditore era a  conoscenza delle esigenze del mercato, e la necessità di  mano d’opera da reperire. Detto fatto, Carlo lo rassicurò, sarebbe venuto a conoscere Osvaldo, gli avrebbe offerto una possibilità di uscita, l’ultima parola sarebbe stata quella del ragazzo. Un cambiamento radicale di vita, abitudini, ambiente, non sarebbe stato facile affrontarlo, ma la Gioventù e la speranza di salvarsi gli avrebbero dato la forza necessaria, sopra tutto ricostruire la famiglia, vivere nel futuro, quello che suo malgrado gli era stato tolto,  un ritorno alla normalità, l’amore di suo figlio e della sua sposa. Fabrizio aveva avuto l’intuizione giusta, si sentì rassicurato e confortato. A breve tempo il progetto andò in porto. Carlo pianificò  la situazione dall’inizio alla fine con eccellenti risultati.  Osvaldo avrebbe avuto l'incarico di custode in un opificio, una casa, e un salario. Il primo a trasferirsi fu il giovane, seguirono la moglie e il figlioletto, i genitori posero resistenza, sia per l’età sia per il rammarico di allontanarsi dal suolo natio, poi anche loro si convinsero che la famiglia era il bene più prezioso, le altre motivazioni erano futili ragioni egoistiche, legate alle abitudini e non all’amore. La speranza di una nuova vita,  la libertà, agognata sognata ma irrealizzabile, ora era realtà e rallegrò sia il beneficiato che i benefattori. Al Borgo furono partecipi, complici e felici dell’aiuto dato, e in particolar modo fu la riconferma della fiducia che Fabrizio riponeva in loro: la riconferma di far parte di una grande famiglia.

3 recommended