Solo Eventi

Festival della Letteratura di viaggio - Appuntamenti dal 17 al 21 settembre

 

Vi segnaliamo gli appuntamenti del Festival della Letteratura di Viaggio in programma a Roma dal 17 al 21 settembre!

 

Venerdì 17 settembre

Casa delle Letterature alle 17.30

AWARD & TALK Premio Kapuściński, autori internazionali. Premio per il reportage, in memoria del giornalista e scrittore polacco Ryszard Kapuściński, il più significativo reporter del ‘900, istituito in collaborazione con la famiglia Kapuściński (la moglie Alicja, la figlia Rene), l’Istituto Polacco di Roma e il giornalista e poeta polacco Jaroslaw Mikolajevski. Per la scrittura - come reporter internazionale - alla scrittrice e antropologa norvegese Erika Fatland, autrice di Sovietistan, un viaggio in Asia Centrale e La frontiera, viaggio intorno alla Russia; e premio - per il reporter legato ai luoghi di Kapuściński - allo scrittore e fotografo polacco Filip Springer, autore di Miedzianka, storia di una scomparsa. Saluti di Vittorio Bo, commissario Biblioteche di Roma, Łukasz Paprotny, direttore Istituto Polacco di Roma, e Rene Kapuścińska (dal Canada).

Evento gratuito a numero chiuso info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/award-talk-premio-kapuscinski-autori-internazionali

Casa delle Letterature alle 18.30

AWARD & TALK Premio Kapuściński, autori italiani Premio per la scrittura - come reporter italiano - al giornalista e scrittore Fabrizio Gatti, autore di numerosi reportage e libri di inchiesta come Bilal. Il mio viaggio da infiltrato nel mercato dei nuovi schiavi e il recente L’infinito errore. La storia segreta di una pandemia che si doveva evitare; e premio - per la televisione - al giornalista e conduttore Domenico Iannacone, autore di Che ci faccio qui? e I dieci comandamenti. Premia Rossella Belluso, segretario generale Società Geografica Italiana.

Evento gratuito a numero chiuso info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/award-talk-premio-kapuscinski-autori-italiani

Sabato 18 settembre

Casa delle Letterature alle 17

AWARD & TALK Premio Navicella d’Oro, Igiaba Scego. Consegna del premio alla scrittrice di origine somala Igiaba Scego, autrice di La linea del colore e curatrice di Africana. Raccontare il Continente al di là degli stereotipi. Incontro-conversazione con Francesca Bellino, scrittrice e giornalista. Premia Claudio Cerreti, presidente Società Geografica Italiana.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/award-talk-premio-navicella-doro-igiaba-scego

Casa delle Letterature alle 18

AWARD & READING Premio Navicella d’Oro, Medici Senza Frontiere. Consegna del premio alla Ong Medici Senza Frontiere, fondata nel 1971 a seguito della drammatica guerra in Biafra, in occasione dei 50 anni di azioni medico-umanitarie indipendenti. Reading di brani tratti da Le Ferite, antologia di 14 racconti edita in collaborazione con Einaudi Editore per il cinquantenario di Msf, a cura di Roberto Stocchi, attore doppiatore. Ritireranno il premio Sara Radighieri, infermiera, e Giovanni Perna, logista, operatori umanitari Msf. Interviene Chiara Ferrero, Einaudi. Coordina Antonella Barina, giornalista Venerdì di Repubblica.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/award-reading-premio-navicella-doro-medici-senza-frontiere

Domenica 19 settembre

Palazzo Merulana alle 16

TALK Campania, un invito al viaggio lento, vicino. I suggerimenti e le scelte degli esperti, gli itinerari e le esperienze, i consigli e gli sconsigli, “chicche” e “dritte”. Presentazione-narrazione delle guide di viaggio Campania (Lonely Planet), Campania, i Cammini (La Repubblica, Guide ai sapori e ai piaceri), Campi Flegrei, viaggio lento alle radici della storia tra paesaggi, arte, sapori e tradizioni (Flegree). In collaborazione con Regione Campania.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/talk-campania-un-invito-al-viaggio-lento-vicino

Palazzo Merulana alle 17

TALK & READING Borboni in Campania, i luoghi e le storie. Euridice Axen, attrice, in Agata e la Regina di Pier Luigi Razzano. Un progetto di Ruggero Cappuccio, direttore artistico Fondazione Campania dei Festival. A cura di Marco Perillo. Produzione Fondazione Campania dei Festival - Campania Teatro Festival. Introducono la lettura Ruggero Cappuccio e Nadia Baldi, vice-direttrice artistica Fondazione Campania dei Festival. La Regione sostiene il Festival della letteratura di Viaggio del quale condivide lo spirito e gli intenti: è infatti concentrata sullo sviluppo di una strategia di attrazione culturale e turistica dell’intero territorio regionale (costa e aree interne), grazie allo straordinario patrimonio storico-archeologico, storico-artistico, archivistico, bibliografico, cinematografico e teatrale. Tra le iniziative intraprese per valorizzarlo ha concepito una complessa piattaforma digitale e immersiva, denominata Cultura Campania. Ecosistema digitale per la cultura, che realizza una modalità innovativa (web 3.0) e integrata di gestire, organizzare e valorizzare il patrimonio e le attività culturali del territorio creando relazioni tra le diverse tipologie di beni. Fa parte di questo straordinario patrimonio il circuito delle ventidue residenze borboniche. Allo stesso tempo è anche impegnata a valorizzare le destinazioni turistiche famose e meno famose, sostenendo il lavoro delle guide turistiche e i loro strumenti di lavoro. Anche sul fronte teatrale in Campania il Napoli Teatro Festival diventa il Campania Teatro Festival. Un modo per anticipare il futuro di una manifestazione che dal 2022 estenderà sempre più la sua azione culturale da Napoli all’intera regione, rendendo organico il legame e l’unitarietà tra i beni paesaggistici e architettonici, ma anche per ribadire e meglio specificare l’impegno concreto della Regione Campania a sostegno di una rassegna multidisciplinare, organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Alessandro Barbano, che sa coniugare la cultura nazionale e internazionale con la bellezza di alcuni dei luoghi più suggestivi e simbolici del territorio campano. La Regione Campania è inoltre impegnata in prima linea per la realizzazione del programma di “Procida Capitale italiana della Cultura 2022” insieme al Comune di Procida. Svolge, infatti, un forte ruolo di indirizzo insieme agli altri enti coinvolti, e, nello specifico è impegnata a mettere in campo: azioni di comunicazione per la promozione degli eventi e il rilancio delle isole, dell'area flegrea e delle zone costiere; azioni di accompagnamento anche mediante le partnership con eventi culturali e azioni di digitalizzazione per la fruizione del programma. La Regione si impegna, inoltre, a promuovere interventi a sostegno dell'industria turistica, del comparto produttivo e commerciale; a coinvolgere il mondo dell'associazionismo e degli istituti scolastici regionali; a potenziare la mobilità e i servizi sanitari delle isole in previsione dell'aumento dei flussi turistici, ai fini della sicurezza della salute delle persone.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni: https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/talk-campania-un-invito-al-viaggio-lento-vicino

Palazzo Merulana alle 18.30

TALK Travel for Two, padre e figlia. Un esperimento di live podcast. Un dialogo, dal vivo, tra generazioni, partendo dal podcast Coffee for Two realizzato per l’Editoriale Domani, da un’idea di Giorgia Carofiglio, con Gianrico Carofiglio, scrittore, autore di romanzi, racconti, saggi, ex magistrato e politico. Una conversazione-confronto tra un padre e una figlia (laureata in Teoria Politica) sul viaggiare, sulle città, sui luoghi di partenza e di approdo, sul rapporto tra Oriente e Occidente, sul cambiamento climatico, sulla politica.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni: https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/talk-reading-borboni-in-campania-i-luoghi-e-le-storie

Lunedì 20 settembre

Società Geografica Italiana, Palazzetto Mattei, Villa Celimontana alle 16

TALK Poietika Presentazione dell’edizione 2021 di Poietika, rassegna di arte e spettacolo nata in Molise organizzata dalla Fondazione Molise Cultura. Intervengono: Antonella Presutti, presidente Fondazione Molise Cultura, e Sandro Arco, responsabile coordinamento generale Fondazione Molise Cultura. Poietika è l'Art festival che, dal 2015, porta in scena alcuni degli autori e degli artisti più significativi del panorama internazionale, facendoli dialogare con personalità del nostro Territorio. Dalla letteratura, alla musica, all'economia, all'ambiente, Poietika attraversa contenuti e linguaggi poliedrici, con l'obiettivo di costruire una rete in grado di coinvolgere la Regione tutta e con l'ambizione di costruire un ponte reale e ideale con altri contesti nazionali e internazionali. Il suo successo, oltre che alla qualità dell'offerta, affonda le radici nella solidità e nell'entusiasmo di un gruppo, che crede fortemente nella cultura come base di crescita e volano di sviluppo.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni: https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/talk-poietika

Società Geografica Italiana, Palazzetto Mattei, Villa Celimontana alle 17

TALK Rutas PatagonAppenninicas. Un esperimento condiviso di narrazione digitale partecipativa di un progetto internazionale di ricerca comparata tra pastoralismo estensivo e cammini di transumanza nell’Appennino centro-meridionale italiano e nelle rutas di transumanza e pascolo vagante della Patagonia argentina nel quadro di un progetto di ricerca CUIA/CONICET: TraPP. Trashumancia y pastoralismo como elementos del patrimonio inmaterial. Immagini, testimonianze, fotografie d’autore e un intreccio di passi letterari, brevi considerazioni o parole chiave per illustrare il legame che le pratiche comuni di allevamento, cura, relazione uomo/animale, cammino creano anche tra dimensioni geo-culturali tanto diverse come la Patagonia e l’Appennino centro-meridionale. Con l’intervento di docenti dell’Università degli Studi del Molise (Angelo Belliggiano, Maria Laura Carranza, Lorenza Paoloni, Fabio Pilla, in presenza) e della Patagonia (Paula Gabriela Nuñez, Carolina Lara Michel, Marcos Easdale Universidad de Rio Negro e dell’INTA di Bariloche/Argentina, attraverso video registrati). Il Talk presenta un esperimento condiviso di narrazione digitale partecipativa di un progetto internazionale di ricerca comparata tra pastoralismo estensivo e cammini di transumanza (patrimonio immateriale UNESCO) nell’Appennino centro-meridionale italiano e nelle rutas di transumanza e pascolo vagante della Patagonia argentina. La realizzazione dell’esperimento digitale è affidata ad Arena Documenta, una agenzia di documentazione digitale patagonica (www.arenadocumenta.com). Interverranno alla presentazione oltre a Letizia Bindi, coordinatrice italiana del Progetto “TraPP / Rutas PatagonAppenninicas”, altri docenti dell’Unimol (in presenza): Angelo Belliggiano, Maria Laura Carranza, Lorenza Paoloni, Fabio Pilla e le voci dei pastori e camminatori del tratturo registrate nel corso delle ricerche. Dalla Patagonia (attraverso video registrati) parleranno Paula Gabriela Nuñez, coordinatrice per la Patagonia, Carolina Lara Michael della Universidad de Rio Negro e Marcos Easdale dell’INTA di Bariloche, Argentina. Il talk vede la partecipazione di Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, già segretario regionale e direttore del Polo Museale del Molise.Il progetto articola le ricerche svolte dal Centro di Ricerca BIOCULT dell'Università del Molise (Risorse bio-culturali e sviluppo locale, http://centrobiocult.unimol.it/) sulle pratiche di transumanza come patrimonio immateriale, in condivisione con quelle svolte sulla Patagonia settentrionale dall'Università Nazionale del Río Negro, dall'INTA e dall'Università Nazionale di Comahue, accompagnate dal Ministero delle Culture della Provincia di Neuquén. Ci proponiamo di riflettere sulla patrimonializzazione delle pratiche tradizionali di pastorizia, le mobilità pastorali, come parte di un patrimonio culturale che al tempo stesso si mostra in tutte le sue contraddizioni e frizioni nella contemporaneità. La transumanza e il pastoralismo estensivo nell’area appenninica meridionale – il Molise, l’Abruzzo, l’area dell’agro romano e del reatino nel Lazio, i Sibillini, ecc. – sono strette tra conservazione e valorizzazione e i patrimoni bio-culturali delle diverse aree e comunità pastorali e trasformazione, sia in una chiave di destrutturazione, prelievo, sfruttamento, sia come spettacolarizzazione proveniente talora dai media e dalle rappresentazioni turistiche eccessivamente commerciali. Al contrario, nelle vie appenniniche dei pastori come in quelle patagoniche incrociamo pratiche e valori basati su una intima relazione uomo-animale e legami sociali che vanno bel oltre gli interessi e i limiti economici delle attività produttive orientandosi verso il valore fondamentale della sostenibilità ecologica ed etica dei sistemi rurali. Da questa proposta è nato il progetto CUIA-CONICET “TraPP: Transumanza e pastorizia come elementi del patrimonio immateriale” 2020, nonché le Borse di studio IILA-MAECI/DGCS per cittadini latinoamericani per l'anno 2021. Questi risultati si sono aggiunti al progetto Erasmus+ Capacity Building EARTH (Education, Agriculture, Resources for Territories and Heritage) realizzato dall'Università del Molise. Si intende così restituire una etnografia complessa dei territori e delle pratiche di sostenibilità in ambienti aridi, interni, spopolati e montani, fatta di testimonianze, immagini, suoni, per ripensare le rappresentazioni, i silenzi e i paesaggi sonori del pastoralismo.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni: https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/talk-rutas-patagonappenninicas-1

Martedì 21 settembre 2021

Casa del Cinema, Teatro all’aperto Ettore Scola alle 20

MOVIE & TALK Werner Herzog e Bruce Chatwin. Una serata-maratona cinematografica - a ingresso libero fino a esaurimento posti - dedicata ai due film che il regista tedesco ha realizzato ispirandosi alla vita e alle opere dello scrittore inglese, l’autore più celebrato e rappresentativo della letteratura di viaggio contemporanea. Con proiezione di: Nomad, in cammino con Bruce Chatwin (2019, 89’, in versione originale con sottotitoli in italiano), film documentario uscito a 30 anni dalla scomparsa dello scrittore; e Cobra Verde con Klaus Kinski (1987, 111’, in versione originale con sottotitoli in italiano), film ispirato al romanzo di Chatwin Il viceré di Ouidah. Introducono i due film Giovanni Spagnoletti, docente e storico del cinema tedesco, autore di Oltre il muro. Il cinema tedesco contemporaneo, e Antonio Gnoli, giornalista e scrittore, autore di La nostalgia dello spazio con Bruce Chatwin; conduce Lorenzo Pavolini, scrittore, redattore Nuovi Argomenti. Chiusura del Festival, con saluto di Claudio Cerreti, presidente Società Geografica Italiana, Remo Tagliacozzo, amministratore unico Zètema, e il gruppo di lavoro del Festival.

Evento gratuito a numero chiuso. Info e prenotazioni:https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/events/movie-werner-herzog-e-bruce-chatwin

per saperne di più

https://www.festivaletteraturadiviaggio.it/