Solo Eventi

LE “DARSENE OPEROSE” DI CATARSINI al XVI Raduno Vele Storiche Viareggio dal 14 al 17 ottobre

 

«…io sento ancora una venerazione per queste darsene, una venerazione mai sopita, sincera, proletaria, derivata forse dai ricordi della mia prima tormentata giovinezza, allorché, con timida, talvolta anche disinvolta maniera, vi andavo a dipingere il mio quadretto…»

Così scriveva nel 1980 il pittore Alfredo Catarsini, classe 1899, artista prolifico che visse e lavorò tutta la vita in Versilia.

Oggi la Fondazione Alfredo Catarsini 1899 - nata nell’estate del 2020 per iniziativa della nipote Elena Martinelli con l’intento di conservare e studiare la produzione intellettuale e artistica del Maestro viareggino - sarà presente alla 16° Raduno Vele Storiche Viareggio.

Da domani 14 ottobre fino a domenica 17, torna infatti a Viareggio l’annuale incontro delle imbarcazioni storiche, d’epoca e classiche che conclude idealmente in Mediterraneo la stagione velica delle  barche tradizionali. Presso le banchine del Club Nautico Versilia, co-organizzatore della manifestazione insieme all’Associazione Vele Storiche Viareggio, è attesa una flotta di circa 50 barche tutte da ammirare.

Durante i quattro giorni del raduno la sede del Club Nautico Versilia (Piazza Palombari Artiglio, Darsena Europa, Viareggio) ospiterà una rassegna di opere  del pittore viareggino Alfredo Catarsini (1899-1993) a cura della Fondazione Alfredo Catarsini 1899; i dipinti e il disegno in mostra raffigurano darsene, cantieri operosi, imbarcazioni, dunque in tema con l’evento viareggino, e abbracciano un periodo che va dalla fine degli anni Quaranta a metà degli anni Cinquanta del Novecento.

Le “darsene operose” di Catarsini

Si intitola “Le darsene operose di Alfredo Catarsini al XVI Raduno Vele Storiche Viareggio” la mostra che sarà allestita negli spazi del Club nautico Versilia di Viareggio.

Nell’allestire la piccola rassegna, Elena Martinelli ha ripensato a quanto scriveva anni prima il poeta casertano Elpidio Jenco«Catarsini ama la poesia del mare, soprattutto delle sue darsene popolate da vecchie barche galleggianti all’ombra della vetusta Torre Matilde; barche tipicamente viareggine talora con carene sanguinanti di minio, carene stanche colpite più volte dalle insidiose , fragorose ondate tirreniche».

E infatti tra le opere scelte per la mostra vi sono immagini tipiche delle barche e dei cantieri viareggini.

Le immagini delle opere