Solo Menti

Alberto Patelli

• Bookmarks: 4

 

Autore ed attore. Ha iniziato a scrivere nel lontano 1972 sketch per il cabaret per poi proseguire, con vena spesso umoristica o satirica, con commedie e monologhi teatrali. Nella sua produzione anche commedie musicali, racconti e romanzi brevi, un paio di soggetti per il cinema. Si citano qui per brevità solo pochi titoli “La forse vera storia di Cristoforo Colombo” commedia brillante rappresentata per diversi anni nel prestigioso Festival ligure Palco sul mare; “Pecorari” scritta con Pietro de Silva che ha rappresentato l’Italia al festival teatrale di Francoforte nel 2005; “Per un dolcetto e una piccola sorsata” che , essendo una commedia musicale per banda, risulta essere unica nel suo genere, “Fino all’ultima nota”, spettacolo che lega teatro e jazz, “Progetti di delirio” , la poesia fatta opera teatrale che ne svela anche i messaggi sociali, “Pallade il controllore” romanzo pubblicato nel 1991. Nel 2004, il racconto-monologo Giannino è risultato vincitore del concorso nazionale parole per comunicare. Nel 2007 "La conquista del benessere" è risultato uno dei quattro vincitori di TeatroTeatro.it e nel 2011 il testo "Io mi ci specchio" ha vinto il premio nazionale "Passione Drammaturgia". Nel 2015 con il corto teatrale "Una famiglia in cammino" ha vinto il progetto nazionale del Cendic (centro nazionale di drammaturgia italiana contemporanea) "Teatro in Provincia". Nel 2016 ha bissato il successo con "Romeo e Giulietta in economia". Come attore ha lavorato con diversi registi di cinema e fiction. Alcuni titoli che lo hanno visto interprete: Il maresciallo Rocca, Anni '60, La squadra, Auguri professore, Distretto di Polizia, Papa Luciani, Carabinieri, Don Matteo, Romanzo Criminale, Piper, Dove la trovi una come me?. Negli ultimi anni è stato coprotagonista in cortometraggi di successo come "Pecorari" Regia di Pietro de Silva, "Me e Re" e "Sugar Plum Fairy" di Marco Renda e "A questo punto..." e “Giustizia fai da te” di Antonio Losito premiati in festival nazionali ed internazionali. A maggio 2022 è uscito nelle librerie il suo romanzo "One Day Footballer - Una finestra sul prato", edito da Il Ciliegio parla di calcio, amore e guerra.  Il protagonista è Rick un personaggio di fantasia collocato in un contesto veritiero per vita ed eventi di quegli anni. Rick è un calciatore inglese della metà degli anni venti e la fine dei trenta dello scorso secolo. Il ragazzo dal carattere piuttosto riservato, si dimostra in campo un leader per talento, personalità, inventiva. Ancora molto giovane incontra la donna della sua vita, Ellen, ragazza colta, volitiva ed impegnata nel sociale. L’amore tra i due è forte, profondo, in grado di colmare la distanza dovuta alla frequentazione di ambienti molto differenti tra loro. La prima guerra mondiale ha lasciato una pesante situazione economica anche in Inghilterra, una situazione che si ripercuote sul lavoro e dunque sulle famiglie. Ellen si impegna con gagliarda spinta emotiva per dare il suo contributo al rilancio sociale e, senza dubbio, si può considerare anche lei una protagonista del romanzo. La coppia attraverserà diverse vicissitudini che influenzeranno in maniera determinante la carriera calcistica di Rick. La guerra di Spagna irromperà prepotentemente nella storia. Ellen aderirà alle Brigate Internazionali agendo in prossimità del fronte e rimanendo gravemente ferita ma Rick sarà determinante nel completo recupero dalla sua infermità in cambio però della ennesima, forzata interruzione nella sua ascesa nel mondo del calcio .I due adotteranno un bambino spagnolo evacuato dalla guerra e Rick riuscirà avventurosamente a farlo ricongiungere con la madre sul suolo messicano. Lì oltreoceano, a distanza di anni, Rick verrà ricordato come “One day footballer”, il giocatore di un giorno. avrebbe meritato.

SOLO TRE DOMANDE

  • Mi de­scri­vo con solo tre ag­get­ti­vi
    • Versatile ed imprevedibile nella creatività.
    • Sincero come un libro aperto.
    • Uno "strano pigro" nel senso che tendenzialmente non vorrei far niente ma poi mi ritrovo a non star fermo un attimo.
  • Il solo even­to che mi ha cam­bia­to la vita
    • L'incontro con Daniela, mia moglie.
  • Solo un link so­cial­men­te uti­le
    • www.vidas.it perché è una associazione che assiste e cura, anche a domicilio, i malati terminali e sta accanto, nei fatti, alle loro famiglie.

SOLO qualchE IMMAGINe

 

4 recommended