Monica Rogledi

 -  -  7

Monica Rogledi è attrice di cinema, teatro e televisione ma anche scultrice ed ex ballerina della Nazionale Italiana di Rock’n’roll acrobatico. Nel 2005 ha presentato al pubblico ‘Le Signore dal capezzolo d’oro’, signore in terracotta dalle forme generose, provocanti, e tutte con un capezzolo in foglia d’oro 22 carati. Due sono i temi dominanti nelle opere di Monica Rogledi: la ricerca della libertà e la sessualità. Ha esposto in Italia e all’estero e le sue opere sono pubblicate ne ‘Il catalogo degli scultori Italiani 2009-2010’ editoriale G. Mondadori. Ha iniziato a ballare rock’n’roll acrobatico all’età di nove anni, facendosi promettere dai genitori che non avrebbe mai fatto spettacoli e gare perché era molto timida. Ovviamente è avvenuto l’esatto contrario. Ha iniziato con gare e spettacoli e ha vinto per molti anni i campionati Liguri e Italiani. Ha fatto parte della nazionale italiana di Rock’n’Roll acrobatico nelle competizioni europee e mondiali. Attualmente affianca il compagno Blas Roca Rey a teatro e nelle inziative solidali, soprattutto quelle contro la violenza sulle donne. L’abbiamo incontrata durante la preparazione dello spettacolo teatrale Iliade di Alessandro Baricco che sarà in scena al Teatro Arcobaleno di Roma, giovedì 22, venerdì 23, sabato 24 alle ore 21 e domenica 25 febbraio alle ore 17.30.

Ecco le risposte di Monica Rogledi alle nostre tre domande:

  • Come descriveresti te stessa utilizzando solo qualche aggettivo?
    • Determinata, solare, ironica
  • Qual è l’evento che ti ha cambiato la vita?
    • L’evento che mi ha cambiato la vita è la nascita di mia figlia Anna che adesso ha quasi 10 mesi. Se fosse possibile rivivere un’emozione del passato, vorrei tornare al momento in cui è nata e l’ho vista per la prima volta, me l’hanno avvicinata e le ho dato 5-6 piccoli baci ad occhi chiusi sul viso e sulla testolina. L’ho davanti in questo momento.
  • Puoi segnalarci uno o più link socialmente utili?
    • Save the children https://www.savethechildren.it/, perchè i bambini sono totalmente innocenti e sono quelli che subiscono maggiormente le atrocità provocate dagli adulti. Abbiamo una enorme responsabilità verso i bambini che a mio avviso sottovalutiamo. Anche nei paesi in cui “regna la pace”. Una responsabilità che inizia in famiglia, prosegue all’asilo e a scuola, a mio avviso mal gestita. Figuriamoci nei paesi in cui ci sono continui conflitti e sofferenze.

SOLO IL TRAILER DELL’ILIADE

solo lo Showreel 2016 di Monica rogledi

per saperne di più su Monica Rogledi

https://www.facebook.com/monica.rogledi

solo qualche immagine

7 recommended