Danza come Impresa 28 aprile Roma

 -  -  4

IL 29 Aprile si festeggia la XXXVII Giornata Mondiale della danza, promossa dall'International Dance Council dell'UNESCO. In tutti i paesi del mondo si festeggia la dea Tersicore, in ogni sua espressione. A Roma domenica 28 Aprile, presso la struttura SGM Conference Center, l’associazione Stefano Francia Enjoy Art Danza come Impresa 28 aprile Romapromuove e sostiene il dialogo e lo studio nella danza, con un convegno dal titolo “Danza come Impresa”: analisi sulla gestione, capacità, risorse e strategie per creare una scuola di ballo di successo. Secondo l’agenzia di stampa adnkronos, sullo stivale ci sono 17mila scuole di danza con oltre 1 milioni di aspiranti ballerini. Come si sceglie una scuola di danza? Da cosa è dovuto il successo di una scuola di danza?  Oggi la popolarità di una scuola dipende in gran parte dalla percezione che il pubblico ha riguardo al brand. Durante il convegno, dance manager e formatori spiegheranno come creare un brand di successo, cosa significa studiare un logo vincente e come creare e registrare un marchio per iniziare a promuovere la propria attività, ma soprattutto offriranno molti spunti su come gestire la scuola, quali i ruoli indispensabili e quali strategie adottare per uscire dallo schema “lo faccio anche io”. Oggi il pubblico cerca l’esperto, l’eccellenza che si vanta di dire “lo faccio solo io”. L’apertura dei lavori, alle 10.30, con i saluti del Dott. Fabrizio Silvestri Presidente ASD&C Stefano Francia, A seguire gli interventi di: Gaetano Sentina, Dance Manager del Mister MABO di Roma e Antonello Argiolas creatore del format “Danza Impresa”. Nella seconda parte, ore 14.30, avranno inizio due percorsi diversi in aule separate. Nell’Aula A “Fare, creare e vedere la danza” tavola rotonda con prestigiosi esponenti dell’arte tersicorea i quali si confronteranno sul concetto di creatività, realizzazione e progettualità coreutica. Mentre nella Aula B il Dottor Calogero Alaimo conduce il corso di BLS-D, primo soccorso di manovre salvavita. In Italia ci sono più morti per arresto cardiaco che per alcol, droga, obesità e incidenti stradali messi insieme. Secondo stime diffuse dal Ministero della Sanità, ogni anno vengono colpite da arresto cardiaco più di 60mila persone, circa 164 ogni giorno con percentuali di sopravvivenza vicino allo zero senza un intervento immediato. Conoscere e saper usare le manovre BLS aumenta di tre volte la sopravvivenza di una vittima: lo scopo principale del corso, è diffondere la cultura del primo, insegnando alcune semplici manovre di rianimazione che possono essere decisive per salvare una vita umana. Partecipando al corso, si apprenderanno le tecniche di base a supporto delle funzioni vitali, per affrontare una situazione di emergenza utilizzando il defibrillatore semiautomatico esterno AED, secondo quanto previsto dalle raccomandazioni ILCOR 2015, in attesa dell’arrivo del 118. L’ultima parte della giornata, ore 17.30, è dedicata alla consegna dei diplomi EurEthiCS Etsia, alla presenza del prof. Giovanni Gordiani, sulla formazione coreografica sostenuta con il Maestro LaVelle Smith coreografo di Michael Jackson. La festa della giornata mondiale della danza si chiude con uno Showcase di giovani danzatori di ogni disciplina.

Per saperne di più

http://stefanofrancia.net/convegno-nazionale-danza/

Solo una immagine

 

4 recommended