Solo Parole

RICETTE DI GUERRA 1940/1944 - per una cucina semplice semplice di Amalia de Sanctis

• Bookmarks: 7

 

E' nelle librerie fisiche e virtuali RICETTE DI GUERRA 1940/1944 • per una cucina semplice semplice di Amalia de Sanctis con testi di Cesare de Sanctis a cura e con prefazione di Leo Osslan de Sanctis.  E' la seconda edizione – molto rinforzata rispetto alla prima di 15 anni fa – di un long seller sempre bene accolto. Oggi un’altra guerra, più subdola e miserevole, è di nuovo tra noi. Questa piccola summa gastronomica sana ed economica ci tornerà forse utile a contrastarla.

IL LIBRO

Gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, la “zia Amalia" (Amalia de Sanctis) li sconfiggeva con le potenti armi allora a sua disposizione: patate, verdure, uova, latte e pochi altri ingredienti genuini. Troverete ad esempio – per citare solo le ricette dai nomi più evocativi – il Coniglio Tesserato e la Torta Autarchica; il primissimo capitolo, una sorta di introduzione programmatica, è dedicato alle Malizie Culinarie in Tempo di Guerra: vi si insegna tra l’altro a preparare un surrogato del burro o una maionese con poco olio o come imburrare un recipiente senza burro.
– UN LIBRO DI FAMIGLIA – Cesare de Sanctis è l'autore del ricco capitolo che precede la raccolta di ricette. Chirurgo, pittore e scrittore, era nipote di Amalia de Sanctis, figlio del fratello di Amalia, Carlo. Il suo testo "La zia Amalia" è tratto dal libro Via Paisiello 15 (Artefatto, 1991). Leo Osslan de Sanctis, curatore del volume, è il figlio di Cesare e pronipote di Amalia. La raccolta di ricette era stata donata da Amalia a Margherita Puccinelli de Sanctis, moglie di Cesare e madre di Leo.
7 recommended