Solo Eventi

Il Festival Treccani della Lingua Italiana dal 27 maggio a Roma

• Bookmarks: 5

 

I27 e 28 maggio e il 9, 10 e 11 giugno si terrà per la prima volta a Roma il Festival Treccani della Lingua Italiana, giunto alla sua sesta edizione. Una tappa che segue quella di Lecce dello scorso 5-7 maggio e che anticipa quella conclusiva di Lecco il prossimo 21-24 settembre.

il festival

Il Festival Treccani, il primo festival nel nostro Paese interamente dedicato alla lingua italiana, è il progetto ideato da Treccani Cultura per presentare i temi più rilevanti della costante ricerca di Treccani sulla lingua italiana, prestando particolare attenzione al valore delle parole come mezzo di espressione e di ragionamento, di condivisione e rispettoso confronto tra le diverse posizioni.

l'edizione 2023

Al centro di questa edizione, dedicata alla memoria dell’insigne studioso, linguista e filologo Luca Serianni, scomparso a luglio dello scorso anno, ci sarà la parola Stupore, termine con cui si nomina la sensazione che segue a un evento inusuale, l’effetto di meraviglia che può condurci a un risveglio.

Le sue differenti sfumature verranno esplorate attraverso un approccio multidisciplinare in grado di spaziare dalla filosofia alla fisica, dalla geopolitica all’intelligenza artificiale, dalla letteratura alla storia dell’arte e al cinema; ma Stupore sarà, prima di tutto, una parola attraverso la quale accedere all’ambito della ricerca linguistica, in un mondo in cui la proliferazione di nuove forme di linguaggio, la trasformazione delle strutture sintattiche tradizionali e le stesse nuove creazioni lessicali, spesso destinate a vita e circolazione effimere, non possono che meravigliare.

la tappa romana

La tappa romana del Festival è realizzata con il patrocinio di Roma Capitale, in collaborazione con Municipio Roma VIII e l’Università Roma Tre, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura, con il sostegno di Istituzione Biblioteche di RomaSacherDopolavoro Matematico, con il contributo di Treccani Reti e la media partnership di Rai Cultura e Rai Radio3.

Il Festival mette al centro il valore della lingua come mezzo di espressione, di ragionamento e di condivisione. Attraverso il ricco programma di incontri tematici, spettacoli e laboratori didattici, si intende inoltre stimolare la riflessione su tematiche in grado di coinvolgere l’opinione pubblica e gli esperti in un dialogo di sincero, rispettoso e costruttivo confronto tra diverse posizioni.

i partecipanti

Numerose le personalità – tra studiosi di letteraturadocenti universitariscrittori, giornalistiartisti e musicisti – che interverranno, tra cui: Giuseppe Patota e Valeria Della Valle, e poi ancora, Ernesto AssanteDino BaldiEdoardo CamurriLorenzo CantatoreElena ChiriAgnese CodignolaLara Conte, Davide ContiSandra CotroneiMario De CaroPaolo Di PaoloGiacomo FornariValerio MagrelliGiovanna MariniMichela MastrodonatoAnnalisa MettaPaolo Pecere, Fabio PedoneGabriele PedullàMaddalena Pennacchia, Filippo PerfettiDaniele PetruccioliLucilla PizzoliVanessa Roghi, Emanuele Schillaci TrioEnrico Terrinoni, Giulia Antonia ZanonFasmaPaolo Fresu, Daniele di Bonaventurala Roma Tre Orchestra Ensemble (Hinako Kawasaki, Federica Sarracco, Carlotta Libonati, Alessandro Guaitolini, Alessandro Crescimbeni).

il programma

Sabato 27 e domenica 28 maggio si terrà presso Piazza Damiano Sauli nel quartiere Garbatella la prima parte del Festival Treccani della Lingua Italiana organizzato in collaborazione con il Municipio Roma VIII e l’Università degli Studi Roma 3.

Le lezioni inizieranno la mattina alle 10.30 e continueranno fino alle 13.30 per poi riprendere alle 17.00. Nel corso dei due giorni si terranno alcuni incontri Treccani dedicati a diversi anniversari che ricorrono quest’anno, dal centenario di Italo Calvino e Don Milani, all’ottantesimo compleanno di Lucio Battisti, al trentennale dall’uscita di Caro Diario. Tra i tanti appuntamenti, sabato 27 maggio lo studioso Gabriele Pedullà riprenderà il tema dello stupore in un percorso attraverso le pagine più belle della letteratura italiana (alle 11.30) mentre la studiosa Valeria della Valle affronterà la storia linguistica della parola stupore (alle 18). Domenica 28 maggio invece, il critico musicale Ernesto Assante presenterà (alle 18) l’opera di Lucio Battisti, mentre lo scrittore Paolo Di Paolo introdurrà subito dopo (alle 20.30) la proiezione di Caro Diario, nell’arena creata per l’occasione presso la stessa piazza, con un intervento sull’importanza delle parole e sulla lingua nel cinema di Nanni Moretti.

Nei giorni di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 giugno il programma del Festival si svolgerà invece nello scenografico cortile di Palazzo Braschi, sede del Museo di Roma, a Piazza Navona. Ad inaugurare gli incontri, venerdì 9 giugno, saranno alle 17 la lezione del linguista Giuseppe Patota dal titolo Parola di Luca Serianni (alle 17) e la lectio magistralis sullo stupore nella poesia tenuta dal poeta Valerio Magrelli (alle 19).

Le tre giornate avranno poi diversi momenti musicali che andranno dagli Inni e Canti di lotta della Resistenza del Coro della Scuola popolare di musica di Testaccio, con Giovanna Marini (venerdì 9 giugno alle 20.30) all’incontro con il rapper Fasma che dialogherà con Paolo Di Paolo e Cristina Faloci sulle parole delle canzoni, alla registrazione della puntata speciale della trasmissione di Rai Radio 3 La lingua batte (sabato 10 giugno ore 20). Il festival si concluderà con il concerto gratuito Mistico Mediterraneo di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura nel cortile di Palazzo Braschi (domenica 11 giugno ore 21).

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito. In caso di pioggia si svolgeranno al chiuso.

per saperne di più

www.festivaltreccanidellalinguaitaliana.it e www.treccani.it/cultura

Il Festival Treccani della lingua italiana è ideato da Treccani Cultura. Con il patrocinio di Roma Capitale. In collaborazione con Municipio Roma VIII e Università Roma Tre. Con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Con il sostegno di Istituzione Biblioteche di Roma, Sacher, Dopolavoro Matematico. Con il contributo di Treccani Reti.

Media partner Rai Cultura e Rai Radio 3.

solo tante immagini

5 recommended