Solo Parole

"Testa di mango" di Elena Moretti (Mursia) diventa musica grazie al giovane rapper L¥UK

• Bookmarks: 8

Testa di mango, il romanzo di Elena Moretti che piace ai ragazzi e diventa musica grazie al giovane rapper L¥UK! Colpo di scena! I giovani leggono e i rapper non parlano solo di droga. Possiamo dirlo ormai e anzi darlo per certo.

Dopo il successo di "Quasi a casa", Elena Moretti la scorsa primavera ha pubblicato sempre con Mursia "Testa di Mango": l’Autrice si rivolge ancora una volta a ragazzi, genitori, insegnanti ed educatori con una storia dedicata ai giovani e alla società che li circonda.

"Testa di mango", grazie alla scrittura leggera e diretta e alle tematiche importanti, inizia a catturare l'attenzione di molti giovani lettori. Uno di questi, il giovane e promettente rapper L¥UK (prodotto dal talentuoso NAYDA anche lui, come L¥UK parte della rampante ed innovativa etichetta SUPERNOVA GROUP), ne fa una canzone uscita l’8 dicembre 2023 sulle principali piattaforme musicali.

L¥UK rimane affascinato dai protagonisti della storia: Morgana, Andrea e Mamadou. E soprattutto dai valori che il romanzo trasmette: si può cambiare, si può imparare la tolleranza, la socialità e l’amore. Si può imparare a convivere e vivere bene in questa società che pare disastrata. Se lo vogliamo. E se impariamo a confrontarci ed eliminiamo i pregiudizi. Da qui la sua ispirazione lo ha portato a comporre la canzone: Testa di Mango.

Il testo della canzone

«E SONO SEMPRE IO
QUELLO CHE SI BUTTA NELL’OBLIO
NON ASCOLTO NESSUNO PERCHÉ MI SENTO DIO
MAMADOU, MAMADOU È STATO IL MIO MAESTRO
MI HA INSEGNATO MOLTE COSE, AIUTARE IL DIVERSO
PRIMA STAVO NELLE STRADE FRA LA GENTE
ORA GUARDA COME IL RAGAZZINO CRESCE QUEI PREGIUDIZI LI VEDOVO COME SFOGO
MA ORA PENSO E LI RIMUOVO
È COME NUOTARE DA SOLO IN UN MARE COSÌ MOSSO
HO TOCCATO PURE IL FONDO PER TE»

la Sinossi del romanzo

Andrea, ribelle, con una cresta in testa color polpa di mango, fresco di bocciatura al classico, viene spedito per tre mesi a casa di una svitatissima zia. Nella testa di sua madre questa dovrebbe essere una punizione, ma il ragazzo – quindici anni e boria da vendere – è tutto fuorché depresso: la zia abita a pochi chilometri dal mare e lui pregusta una lunga estate ricca di svaghi. Illuso: senza la paghetta divertirsi è un miraggio e la deliziosa figlia dei vicini non lo degna di uno sguardo. Frustrato, si sfoga sugli ambulanti che popolano la spiaggia; tanto, lui gli africani li ha sempre detestati, anche se non sa bene perché. Finché una sera il nostro Testa di Mango pesterà i piedi alla persona sbagliata e si ritroverà così a sgobbare gratis agli ordini di Mamadou, un gigante senegalese. Travolto da una serie di disavventure al limite del rocambolesco, ribalterà completamente il suo sguardo sulla vita. Le malefatte di cui si è macchiato a giugno, però, sono ancora lì, pronte a chiedergli il conto.

l'autrice

Elena Moretti (Carate Brianza, 1977), mamma, moglie e farmacista, vive da sempre a Macherio (Monza Brianza). Ama scrivere, cantare, fare teatro e leggere manga; si interessa di astrofisica, biologia, disagio giovanile, migrazioni e disabilità. Con Mursia ha pubblicato Quasi a casa (Premio letterario RTL 102.5 e Mursia - Romanzo italiano 2017) e Quel che manca di te (2019).

L¥UK

8 recommended